Master o specialistica

Master o specialistica: quale scegliere?

Redazione In Evidenza, News

CONDIVIDI SU:

“Master o specialistica?”: ecco uno dei quesiti più complessi per chiunque abbia conseguito una laurea triennale, ma anche per molti lavoratori che vogliono crescere professionalmente o ampliare il proprio bagaglio di conoscenze

Lo studio, gli esami, la preparazione della tesi, infine la tanto attesa proclamazione… e poi? Ogni anno sono tantissimi gli studenti che, ottenuta la laurea triennale, valutano l’opzione di tornare sui libri per specializzarsi – optando per Master o specialistica – nella speranza di poter trovare al più presto un’occupazione all’altezza delle loro ambizioni.

Per comprendere quale sia la scelta migliore tra questi due percorsi è necessario analizzare nel dettaglio i numerosi cambiamenti a cui è andato incontro il mondo del lavoro: ad oggi infatti sempre più aziende, enti pubblici e realtà lavorative richiedono comprovata esperienza pratica e approfondite conoscenze teoriche, rendendo di fatto la laurea triennale – che un tempo assicurava ai neolaureati un impiego – solo un nuovo punto di partenza per lo studente.

Master o specialistica: tutto quel che c’è da sapere

Prima di domandarti cosa scegliere tra Master o magistrale, è bene che tu scopra le caratteristiche distintive di ciascuno di questi percorsi, entrambi molto validi ma contraddistinti da peculiarità differenti in fatto di durata temporale, contenuti, approccio didattico e requisiti d’accesso.

Cominciamo quindi dai Master! Un Master universitario (di primo o secondo livello) altro non è che un corso post-laurea ad accesso programmato erogato da atenei pubblici o privati riconosciuti dal MIUR, pensato per offrire allo studente – mediante il conseguimento di un certo numero di crediti formativi universitari – non solo un approfondimento delle conoscenze acquisite con la laurea (triennale o magistrale), ma soprattutto nuove, specifiche competenze nell’ambito disciplinare o professionale di interesse.

Il corsista – coinvolto in quello che viene definito un percorso di perfezionamento scientifico o di alta formazione permanente e ricorrente – potrà conseguire il titolo studi superiore in un lasso di tempo che va da uno a due anni – a seconda della tipologia di Master – e godrà di un collegamento diretto con il mondo del lavoro.

Uno degli obiettivi principali del Master infatti – qualunque sia l’aria disciplinare a cui fa riferimento – è integrare nozioni teoriche ed esperienze pratiche, offrendo ai neo-laureati l’opportunità di mettersi alla prova con simulazioni, workshop, inserimenti in azienda, stage e attività di gruppo, andando a incrementare le possibilità lavorative di studenti e professionisti in cerca di un avanzamento di carriera.

Ed eccoci giunti alla laurea magistrale. Prima di procedere insieme alla scoperta delle connotazioni specifiche di questo percorso accademico è bene fare chiarezza e spiegare che la magistrale è nota a molti anche con la vecchia dicitura di “specialistica”, definizione utilizzata prima dell’entrata in vigore del Decreto 270 del 2004, in occasione della riforma dell’Università.

Titolo accademico afferente al secondo livello di studi universitari, la magistrale implica l’ottenimento di 120 CFU, acquisiti in un percorso didattico pensato per garantire agli studenti un approfondimento delle conoscenze acquisite durante la triennale e l’ottenimento di una qualificazione professionale elevata nell’ambito di studio prescelto. Per accedere alla magistrale, sarà necessario avere una laurea triennale (o essere in possesso di altro titolo equipollente) e in alcuni casi, in base al regolamento d’ateneo, affrontare un test d’ingresso per la verifica dei requisiti curricolari.

L’ottenimento del titolo consentirà ai laureati di accedere a concorsi pubblici, iscriversi ai vari albi professionali (sezione A) e intraprendere tutti quei percorsi accademici facenti parte del terzo ciclo di studi, come ad esempio Master di secondo livello, specializzazioni o dottorati.

Master o magistrale: quanto questa scelta incide sulle possibilità occupazionali?

Se anche tu come migliaia di altri studenti ancora ti stai domandando se all’atto pratico sia meglio scegliere il Master o la specialistica, senza dubbio la tua titubanza ha a che fare con il timore di non trovare un impiego soddisfacente. Per dissipare ogni dubbio, accorre in nostro aiuto Almalaurea, Consorzio Interuniversitario che da oltre vent’anni dedica il proprio operato in ambito di orientamento, formazione e lavoro agli studenti e neolaureati del nostro Paese.

Secondo quanto rilevato dalla loro ultima indagine annuale sulla condizione occupazionale dei diplomati di Master, il tasso di occupazione dall’ottenimento del diploma di Master sarebbe pari all’89,1%: rispettivamente 87,6% per chi ha conseguito un Master di primo livello e 90,9% per chi invece ha ottenuto un diploma di Master di secondo livello. E i laureati di primo e secondo livello, invece, come si collocano nella costante sfida alla ricerca di un impiego? La ricerca parla chiaro: la categoria dei laureati avrebbe bisogno di più tempo per raggiungere i risultati dei colleghi con Master, arrivando a toccare un tasso occupazionale del 89,9% (laurea di primo livello) e del 88,5% (laurea di secondo livello) solo dopo cinque anni dalla laurea.

Domande e risposte: meglio Master o specialistica?

Se è vero che il settore dell’Istruzione si impegna per garantire agli studenti il massimo in fatto di offerta formativa e diritto allo studio – basti pensare alla recentissima approvazione della legge sulla doppia laurea – è anche vero che molto spesso laureandi e professionisti di tutte le età possono sentirsi spaesati di fronte alle infinite possibilità offerte dalle Università.

Cerchiamo quindi di fare chiarezza con un dettagliato elenco di domande e risposte volte a indagare le differenze che intercorrono tra questi due percorsi e a entrare nel vivo delle questioni legate agli enti predisposti all’erogazione dei corsi, ai contenuti e, non ultimo, ai costi.

  • Chi tiene i corsi?
    Mentre i Master possono essere erogati da Università o enti privati, le lauree magistrali sono appannaggio dei soli atenei legalmente riconosciuti.
  • Quali sono i requisiti di accesso?
    A un Master di primo livello può accedere qualsiasi studente abbia una laurea triennale, una specialistica o un titolo di studio equipollente, mentre il Master di secondo livello sarà accessibile solo a coloro che abbiano già conseguito una laurea magistrale o a ciclo unico.
    Per l’ammissione a un corso di laurea magistrale invece è necessario possedere la laurea triennale o equivalente titolo di studio idoneo conseguito all’estero.
  • Quanto durano i due percorsi di studio?
    Il Master universitario ha durata variabile, da uno a due anni, mentre per conseguire la laurea specialistica sarà necessario affrontare due anni di studio.
  • Quali sono i costi?
    Vi sono Master per tutti i range di prezzo, ma normalmente questi percorsi di specializzazione hanno un costo più elevato rispetto alle lauree magistrali, arrivando a toccare cifre che si aggirano attorno ai ventimila Euro l’anno.
    Il costo della laurea magistrale invece risulta essere equiparabile a quello delle lauree triennali: l’investimento potrà cambiare in base al fatto che si frequenti un’Università pubblica, privata o telematica.
  • Che differenza c’è tra Master universitari e Master non universitari?
    Attenzione a non confondere Master universitari con Master non universitari: questi ultimi infatti – definiti Corsi di Alta Formazione – sono organizzati da enti privati, realtà aziendali e scuole di formazione, rilasciano un attestato di frequenza e hanno l’obiettivo di fornire ai propri studenti una formazione professionale di tipo avanzato.
    I Master universitari invece garantiscono ai propri studenti un titolo post-laurea di perfezionamento e sono soggetti alle leggi vigenti nel sistema universitario.
  • In che modo Master o laurea magistrale creano un punto d’incontro tra studente e mondo del lavoro?
    Quella del Master universitario può essere definita un’esperienza accademica job-oriented, ossia finalizzata all’acquisizione di particolari skill e competenze concrete spendibili sul mondo del lavoro. Ogni Master garantisce ai propri iscritti uno stage formativo o tirocinio che può durare anche parecchi mesi: questo prezioso strumento consentirà allo studente di interfacciarsi con un corpo docenti composto da insegnanti ma anche professionisti che metteranno la propria esperienza al servizio dei corsisti. La laurea specialistica, al contrario, non necessariamente prevede la partecipazione a uno stage.

Perché scegliere un Master online

Sono moltissimi gli studenti che, in Italia e nel mondo, decidono per le più svariate ragioni di laurearsi lavorando, usufruendo di percorsi di studio proposti dalle Università Telematiche riconosciute dal MIUR.

Sapevi però che questi atenei specializzati nell’erogazione di corsi universitari online hanno inserito nella loro offerta formativa moltissimi Master di primo e secondo livello? Dall’area giuridica a quella economica, passando attraverso la tematica sanitaria, l’ingegneria e la comunicazione, gli atenei online sono un punto di riferimento certo per moltissimi studenti desiderosi di ampliare il proprio know-how tecnico in modo agile, flessibile e smart.

Ma perché scegliere un Master online? Tra i più importanti vantaggi annoveriamo in primis l’approccio didattico adottato dagli atenei telematici, basato sull’utilizzo di piattaforme di e-learning, materiale interattivo ed efficienti sistemi di tutoraggio. Ciascuno studente potrà studiare ovunque e in qualsiasi momento connettendosi via smartphone, tablet o pc alle varie aree di apprendimento online, partecipando a videoconferenze con docenti e colleghi e accedendo alle lezioni fruibili 24 ore su 24.

Studio gestito in completa autonomia, quindi, ma anche risparmio e supporto: vantaggiosi in termini economici rispetto ai Master in presenza, questi corsi di specializzazione online offriranno agli iscritti l’aiuto costante di referenti e tutor, contattabili via mail ma anche mediante l’utilizzo di videochiamate e live chat in un approccio comunicativo capace di superare qualsiasi tipo di limite.

Hai conseguito una laurea triennale e voi proseguire il tuo percorso di studi? Concediti del tempo per capire quale Master scegliere e scoprire di più sui numerosi Master online riconosciuti dal MIUR. Se invece ancora non hai ancora le idee chiare e sei indeciso tra Master o magistrale, non esitare a contattarci compilando il form presente in pagina! Il nostro team di orientatori ti fornirà tutte le informazioni di cui hai bisogno e potrai ottenere una consulenza gratuita per capire quale soluzione faccia al caso tuo.

.

Ricapitolando: domande frequenti