UniPegaso inaugura l’Accademia dello Sport Paralimpico

Nata dalla collaborazione tra UniPegaso e Comitato Italiano Paralimpico, permetterà ogni anno a 100 atleti di laurearsi gratuitamente.

Importante iniziativa da parte dell'Università Telematica Pegaso. L'Ateneo, infatti, ha presentato l'Accademia dello Sport Paralimpico, un progetto nato dalla stretta collaborazione tra UniPegaso e il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), con lo scopo primario di garantire e facilitare l’accesso diretto al mondo della formazione e del lavoro, con particolare riguardo a chi si trova in qualsivoglia condizione di disabilità motoria, intellettiva, relazionale e sensoriale. L'Accademia è rivolta agli studenti e sportivi che aderiscono alle diverse federazioni paralimpiche, discipline ed enti di promozione paralimpica, nonché associazioni benemerite, riconosciute dal CIP.

L’Accademia dello Sport Paralimpico mette a disposizione dei suoi studenti l'offerta formativa UniPegaso, composta da:

Tutti i corsi sono erogati in modalità telematica; gli studenti sono coadiuvati e seguiti da tutor on-line 24 ore su 24, anche tramite momenti sincroni e videoconferenze. Inoltre, un social network interno permetterà agli studenti di comunicare e scambiarsi informazioni. Gli esami in presenza sono garantiti in oltre 30 sedi in tutta Italia; in casi particolari si potranno organizzare esami anche in strutture messe a disposizione dal CIP.

Ma non è finita qui: UniPegaso ha messo a disposizione 500 borse di studio, per un numero massimo di 100 assegnisti l’anno e per 5 anni accademici, da destinare a studenti meritevoli tesserati con le Entità sportive riconosciute dal CIP. Le borse di studio copriranno l’intero costo relativo a qualsiasi corso erogato da Unipegaso e scelto dal corsista. Gli studenti saranno individuati dal CIP attraverso proprie procedure di valutazione e selezione.

In occasione della presentazione dell'Accademia dello Sport Paralimpico e della firma della convenzione relativa alle borse di studio, il presidente dell'UniPegaso Danilo Iervolino ha dichiarato “Essere stati i primi ad aver dato vita all'Accademia dello Sport Paralimpico è un sogno che si realizza, la sintesi valoriale della nostra mission”. All'evento ha partecipato anche il presidente del CIP Luca Pancalli che ha definito l'iniziativa come “un progetto che da un lato vuole coltivare la capacità di ottenere risultati e record e dall’altra dà profonda attenzione alla centralità della persona umana”. Ha tenuto a partecipare all'evento anche Alex Zanardi che tramite un videomessaggio si è dichiarato entusiasta dell'iniziativa: "Da oggi, per gli atleti paralimpici, la domanda 'cosa farò da grande' avrà finalmente una risposta".

© 2014 Unitelematiche.it - Tutti i diritti riservati | Privacy&Policy. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n.62/2001